Pesca sportiva e ricreativa: più di uno sport!

0
892

Lo sappiamo tutti: quando ognuno di noi viene osservato dai passanti durante una battuta di pesca spesso passa per una persona di un altro mondo. Secondo me tutti noi veniamo classificati come extra terrestri!

Siamo lì davanti alla canna da pesca concentrati pregando (vabbè, non solo pregando…) che un galleggiante scenda sotto la superficie dell’acqua, che si pieghi la punta della canna da pesca o che il mulinello “sfrizioni”. Sempre attenti, rinchiusi in noi stessi per trovare una soluzione e capire come far svoltare la battuta di pesca ma anche un po’ assorti nei pensieri dello stress e dei problemi della vita quotidiana.

Problemi e stress che molto spesso dopo una bella battuta di pesca scompaiono come se nulla fosse. Ma qualora la pescata fosse un po’ opaca, siamo coscienti di aver passato un bel momento nella natura in piena libertà. Ecco appunto, libertà: non solo catture perché molto spesso la pesca è il momento di liberazione, di pace, di ritrovare un po’ se stessi.

A tutte quelle persone che non capiscono cosa proviamo e che ancora non lo hanno capito con le mie parole, non resta che pubblicare cinque immagini che comunicano appieno quanto descritto. I post emozionali sono stati presi dalla pagina Facebook “Noi siamo pescatori“, con cui si collabora da un po’ di tempo e ringrazio perché ogni volta riescono ad esprimere tramite i loro meme e contenuti ciò che tutti noi pensiamo!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here