La pesca sportiva e ricreativa è pronta a ripartire

0
18124
Un pescatore sportivo e ricreativo

L’8 aprile scorso FIPSAS e FIOPS hanno dichiarato congiuntamente attraverso le loro pagine Facebook di voler riaprire la pesca sportiva e ricreativa nella fase due del piano emergenza (leggi qui le dichiarazioni).

Questo comunicato ha suscitato in me la curiosità di capire effettivamente le intenzioni e ragioni dei pescatori in modo da non dare nulla per scontato anche in seguito alle mail e messaggi di pareri ricevuti dai chi segue il sito (pian pianino rispondo a tutti).

Con questa motivazione ho elaborato un sondaggio. Questo sondaggio affinché potesse considerarsi significativo aveva bisogno di due peculiarità: raggiungere un numero di almeno 150/200 partecipanti (rilevanza statistica) e cercare di non avere doppi voti (unica fonte di dati). Quindi la pubblicazione doveva avvenire in un solo gruppo e anche di importanti dimensioni. Così ho scelto “La mania della pesca” di Paco Radice che ringrazio. Infatti pensate che alla fine lo stesso sondaggio non l’ho neanche pubblicato sia sulla mia pagina né sul mio gruppo FB de “La pesca in mare” proprio per non compromettere i risultati. Il sondaggio lo potete trovare qui e sarà tenuto sotto stretto controllo anche nei prossimi giorni per cui continuate a votare. Io, qualora ci siano dei cambianti o delle variazioni di valori, li evidenzierò pubblicandoli sempre in questo articolo mettendo data e ora.

Ecco il testo del sondaggio:

PROPOSTA FIPSAS E FIOPS DI RIAPRIRE LA PESCA E LE ATTIVITÀ COLLEGATE NELLA FASE 2, COSA NE PENSATE? SONO…

Ed ecco le opzioni e soprattutto i risultati aggiornati ad oggi 18 aprile alle ore 12:20.

I risultati del sondaggio (cliccare sulla foto per vederla ingrandita)

Innanzitutto c’è da fare una precisazione: tra le opzioni favorevoli ci sarebbe stata anche una quarta come la seguente “FAVOREVOLE perché la pesca sportiva e ricreativa è principalmente una passione individuale che non favorisce il contagio”. L’ho valutata inizialmente, in tanti di noi lo sostengono e non a caso un utente, una volta pubblicato il sondaggio, ne aveva aggiunta una simile. Alla fine è stato ritenuto giusto non validarla (nonostante la forte votazione) per tornare sulla mia scelta iniziale e la ragione è la seguente: il sondaggio è abbastanza generale e non deve comprendere in questo momento troppe variabili. Personalmente non ho studiato medicina ma credo che possiate intuire tutti come  un conto sia andare a pesca sulla spiaggia che si ha davanti casa e un conto sia attraversare una regione e fare delle soste in autogrill. Insomma questa opzione avrebbe aumentato il numero di variabili.

Fatta questa premessa, cerchiamo di capire il parere dei partecipanti, al momento ben 546. Sicuramente è ben evidente la vittoria del ritorno a pescare (95,6%). Tra le opzioni le persone non hanno apprezzato la differenza di trattamento con altri sport o hobby individuali. Inoltre è stata evidenziata la potenzialità del nostro hobby come metodo per stemperare le tensioni (21% sul totale) invece in pochi hanno dato una valenza economica rilevante della pesca sportiva e ricreativa (1,1% sul totale) ma nonostante ciò assolutamente da non sottovalutare.

Per quanto riguarda il capitolo contrari qualcuno è preoccupato sul rischio dei contagi (1,83% sul totale) e sul fatto di non rispettare le potenziali restrizioni (2,01% sul totale). Su questo ultimo punto c’è da fare un’ulteriore precisazione: su diversi giornali locali tante persone colte in flagrante non erano pescatori sportivi e ricreativi ma bracconieri (spesso i giornalisti non utilizzano un linguaggio consono alla situazione), invece altri non hanno rispettato il Decreto ma su due milioni è impossibile che tutti si comportino allo stesso modo.

Tutti gli altri dati non menzionati li trovate nella tabella. E quindi a concludere questo approfondimento è giusto e doveroso mandare un messaggio ai politici e ai tecnici del Governo: la pesca sportiva e ricreativa è pronta a ripartire! Non è un caso che in queste ore diversi esponenti della regione Liguria e della Sicilia abbiano aperto alle attività hobbistiche come la nostra categoria (naturalmente con le dovute precauzioni e limitazioni). Ma di questo ne parleremo in un altro articolo.

AGGIORNAMENTO oggi 19 aprile alle ore 12:29

Aggiornamento al 19 aprile (cliccare sulla foto per vederla ingrandita)

La partecipazione è salita a ben 807 pescatori. Si rafforza ancora di più il fronte della riapertura. Tra le opzioni cala leggermente la percentuale che vedeva la pesca paragonata agli altri sport. In salita l’opzione circa la valenza economica e il fattore psicologico ma sono comunque molto distaccate. Prossimo aggiornamento il 21 aprile alle h. 12:30.

AGGIORNAMENTO oggi 21 aprile alle ore 14:41

Ultimo riepilogo

La partecipazione è salita a ben 910 pescatori. Si conferma il trend esposto il 19 aprile. Per queste ragioni il sondaggio si ritiene concluso. Grazie a chi ha partecipato.

Un pescatore sportivo e ricreativo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here