Avvistata foca monaca nel Salento: il video

Nella marina di Frigole (Lecce), negli ultimi giorni erano stati visti dei movimenti sospetti di un animale pensato estinto, ma ieri è arrivata la prova: la foca monaca è tornata nel Salento.

Sono stati avvisati il centro recupero di Calimera e come da prassi per questo animale, il Ministero dell’ambiente. La foca monaca, in quanto animale in estinzione, beneficia di un protocollo di protezione nazionale.

Non a caso è stato spiegato dalla stampa locale di avere particolare sensibilità, pertanto:

  1. in caso di avvistamento, restare ad almeno 50 metri
  2. avvisare immediatamente il 1515 o il 1530.

Il Salento diversi anni fa era un meta abbastanza nota per questa specie. Negli ultimi tempi si erano perse le speranze; non a caso l’ultimo avvistamento sembra essere stato nel 2014 a Tricase Porto.

Adesso l’interesse degli esperti è capire l’età dell’animale. Infatti sembra che un cucciolo di foca non possa essere in grado di attraversare il canale d’Otranto. Quindi, qualora si appurasse la giovane età dell’esemplare, potrebbe implicare la presenza di una piccola colonia. Questo evento farebbe ben sperare per il futuro.

Qualora vogliate maggiori informazioni su questo animale cliccate qui.

Di seguito l’avvistamento sulle spiagge di Frigole. Ringraziamo la Gazzetta del Mezzogiorno per il link del video.

Il video dell’avvistamento
Un fotogramma del video

Andrea De Nigris

Ingegnere energetico amante del mare con la forte passione per la pesca e la sostenibilità. Incomincia a pescare all'età di 5 anni sulle coste nel nord Salento. Prima con la canna fissa, poi pesca subacquea e dopo la maggior età pratica la pesca a fondo, lo spinning e la pesca dalla scogliera. Il 12 marzo 2015 fonda la pagina Facebook "La pesca in mare". Nel 2016 fa partire la serie di eventi "A pesca di immondizia Italia".