VIAGGI DI PESCA: pescare ad Antigua

391

Carissimi amici de La pesca in mare,

Oggi vi parlerò di un’isola paradisiaca, circondata dalla barriera corallina, situata nell’arcipelago caraibico, è una delle due isole principali che costituiscono lo stato di Antigua e Barbuda: Antigua.

IL VIAGGIO:

Per raggiungere Antigua, sono partito da Roma Fiumicino, ho fatto un breve scalo di due giorni a Miami e poi ho preso un volo privato fino all’aeroporto VC Bird di Antigua.

LA MIA ESPERIENZA:

La mia esperienza ad Antigua è stata davvero rilassante, ho trascorso le mie giornate a prendere il sole e ad andare in kayak, quest’ultimo è stato proprio il mezzo che ho utilizzato più per pescare.

In questo viaggio, nato più per rilassarmi che per pescare, il mio obbiettivo è stato uno solo: il barracuda!

Ho pescato dalla spiaggia, dalla barca e dal kayak, cercando di insidiare questo pesce in acque molto limpide.

Il barracuda, oltre alla sua velocità micidiale, possiede una vista impeccabile, superiore a quella di molti altri pesci, ciò rende l’impresa di insidiarlo in acque cristalline un po’ più complessa, dalla barca invece, in acque blue e ben ossigenate, il problema non sussiste.

Usciamo in barca alle 6:00 del mattino e iniziamo a trainare con dei piccoli kona e dei “cucchiaini” (ondulanti).

In barca, una mezza giornata di pesca ci regala ben 6 barracuda, tutti di taglia media.

Il giorno dopo, provo a insidiare questo predatore trainando con il kayak, ma quest’ultimo mi beffa quasi tutte le volte, mancando l’esca o tagliando il fluorocarbon i suoi denti aguzzi.

L’ultimo giorno di pesca, prendo il kayak e mi reco su un flat (una zona sabbiosa, con acque basse e limpide) e cerco di insidiarlo con intelligenza. Quel giorno, ne prendo ben 12, tutti di taglia decente.

Ho capito la strategia: bisogna recuperare l’esca in modo molto naturale, cercando di far risultare la preda ignara del predatore.

IL CONSIGLIO DI FERNANDO:

Antigua è un’isola davvero ricca di divertimenti, non è la solita isola dei Caraibi. Consiglio questo posto a gente che non vuole una vacanza selvaggia, ma un’esperienza luxury, con vista sul bellissimo Mar dei Caraibi

PRO:

Panorama meraviglioso, tantissime risorse disponibili e nessun tipo di sacrificio, cosa che invece capita in isole ben più selvagge.

CONTRO:

Costo elevato delle strutture alberghiere e non solo.

A mio parere, l’isola è stata troppo “contaminata” dal turismo e dalle grandi catene alberghiere, perdendo la sua natura selvaggia. L’isola è piena di hotel, grattacieli e casinó.

Il viaggio ad Antigua mi è piaciuto molto, è stato davvero rilassante, un’alternanza perfetta tra riposo e pesca.

Mi aspettavo di vedere più tradizione, più natura…ma, comunque, questa esperienza rimane ampiamente positiva.

I barracuda sono davvero molto presenti in queste acque, anche se non di taglia enorme, e rendono questa meta un paradiso per i pescatori a spinning e mosca.

La nostra avventura volge al termine…vi ringrazio per il seguito e le soddisfazioni che regalate a me e a La pesca in mare.

Sperando di uscire presto da questo brutto periodo, buon mare!

Primo piano della testa di un barracuda ad Antigua